La leggenda e il Ghost Hunter Padova al Castello di Valbona

La leggenda e il Ghost Hunter Padova al Castello di Valbona

Facebooktwittergoogle_plus

La leggenda

Sono poche le informazioni che si trovano su internet cercando le leggende che aleggiano in questo Castello. Tutte dicono che tra queste mura si aggiri ancora la giovane figlia di Germano Ghibelli morta di disperazione per non aver potuto sposare l’uomo che amava; talvolta questa presenza pare affacciarsi in lacrime tra i merli di questo maniero.

Il Ghost Hunter Padova ed il Castello di Valbona

Dal 2012 al 2017 il Ghost Hunter Padova ha avuto la propria sede operativa all’interno del Castello di Valbona concessa in esclusiva dal Direttore del maniero, Lacagnina Giuseppe, il quale ha profonda fiducia in tutti i membri della squadra.

Proprio a partire dalla leggenda e dai diversi fatti inspiegabili avvenuti all’interno del castello nel corso della sua lunga storia, l’Associazione Culturale Ghost Hunter Padova ha intrapreso indagini strumentali raccogliendo diverse foto anomale e file audio particolari.

In tale location, il gruppo di ricerca ha organizzato convegni sulla propria attività e visite guidate all’insegna del mistero dove sono stati illustrati i risultati delle numerose ricerche effettuate all’interno delle sale del maniero.

IL VIDEO SEGUENTE RACCHIUDE LA STORIA, LA LEGGENDA ED ALCUNE ANOMALIE RACCOLTE.

Please accept YouTube cookies to play this video. By accepting you will be accessing content from YouTube, a service provided by an external third party.

YouTube privacy policy

If you accept this notice, your choice will be saved and the page will refresh.

Riprese e montaggio video di Giulio Businarolo       Foto backstage

 

 

…ALTRE ANOMALIE:

A luglio 2016 un gruppo teatrale ha girato delle riprese all’interno delle stanze del maniero. Uno dei ragazzi ha posato sul tavolo della stanza dello specchio il proprio iPhone lasciandolo in modalità “registrazione audio”, partendo comunque dall’idea che non avrebbe “catturato” nulla. Invece, ascoltando in seguito il file, verso la fine del tracciato abbiamo trovato una voce femminile che s’interpone tra le voci della compagnia mentre stavano riordinando la stanza. La voce in questione sembra dire GIOCA CON ME.

Ringraziamo Diego per averci dato la possibilità di pubblicare l’extra audio.

Consigliamo l’ascolto in cuffia.

Traccia intera originale:

Estratto anomalia originale:

Estratto anomalia (volume amplificato e riduzione fruscio di fondo):

.

Presunto volto (evidenziato dal riquadro bianco) su stipite della porta in legno. Luogo: stanza con lo specchio.

.

La fotocamera usata è una Nikon Coolpix300, appositamente modificata per la fotografia full spectrum.  Alla fotocamera è stato aggiunto un filtro IR di 1000 nm ed è stata supportata da dei fari ad infrarosso. Già dallo scatto originale si nota una lunga scia che passa davanti all’obiettivo. La seconda diapositiva è stata modificata in scala di grigi ed evidenzia maggiormente questa anomalia. Non si tratta di effetto movimento dovuto dall’operatore in quanto altrimenti l’intera fotografia risulterebbe “mossa”.

Possiamo concludere che lo scatto è particolarmente interessante. Luogo: stanza con lo specchio.

.

Il file audio che sentirete tra pochi istanti (attraverso la clip video seguente) è stato acquisito durante la metafonia effettuata tramite l’utilizzo di radio ad onde corte (esperimento metafonico che ci consente di ottenere, già in fase di registrazione, un eventuale riscontro diretto alle domande che si formulano.)

Eravamo nella sala musica (o sala inferno). Il file è stato acquisito dalla videocamera notturna.

Sentirete il ritaglio della traccia, non abbiamo effettuato alcuna modifica al modulato né quindi a livello di fruscio né riduzione rumore, anzi abbiamo solamente tentato di alzarne il volume per permetterne il miglior ascolto con l’uso di buone cuffie. Sentirete la domanda posta da Diego e quindi un BIP che oscura, per motivi di privacy, il nome di una persona che ha avuto a che fare in passato con il maniero.

.

Altre anomalie audio: 

1 – “Sicura” – nella clip audio sentirete Erica dire di aver visto una figura e subito dopo sentirete l’EVP non avvertito in fase di acquisizione del modulato sonoro. (sala purgatorio)

2 – Passi registrati a castello chiuso. (sala con specchio)

3 – Rumore di spostamento oggetto (sedia?) – durante l’indagine (sala con specchio)