Associazione Culturale - Ricerca e Studio sulle Attività Paranormali

Abbazia della Vangadizza – Badia Polesine (RO)

Facebooktwittergoogle_plus

L’Abbazia della Vangadizza rappresenta uno dei luoghi di culto più antichi della città di Rovigo.
Situata precisamente a Badia Polesine, la sua origine risale all’ 800, quando i monaci Benedettini si stabilirono nel territorio.  Successivamente nel X secolo fu il feudatario di Rovigo, Almerigo da Mantova, a far costruire una chiesa dedicata alla Beata Vergine, la quale divenne poi Vangadizza.

La presenza dei Benedettini valorizzò l’ Abbazia di Vangadizza che godeva del privilegio di rispondere direttamente al Papa. Le vicende storiche videro passaggi di proprietà, anche privata, fino al 25 aprile 1810, quando Napoleone soppresse la chiesa. Le reliquie di S.Feliciano e S.Primo, la tomba di S...

Continua...

Castello di Monselice [Stanze di Jacopino da Carrara] – Monselice (PD)

Castello di Monselice
Facebooktwittergoogle_plus

Dopo gli ottimi risultati ottenuti durante la prima indagine svolta al Castello di Monselice, ne abbiamo svolto una seconda, concentrandoci nella stanza di Jacopino che fa parte di un’ala del Castello che non fa parte del normale giro turistico.

Per vedere la stanza di Jacopino clicca qui 

Relazione indagine

Nei due registratori digitali ed i due microfoni sensibili collegati ad un mixer ed un computer lasciati a monitorare gli ambienti dalle ore 21:30 alle ore 23:00 senza la presenza di alcuno all’interno del maniero, evitando dunque possibili interferenze di suoni o rumori provocati da noi con conseguente inquinamento del risultato, abbiamo estrapolato queste EVP (Eletronic Voice Phenomena). Si consiglia l’ascolto in cuffia...

Continua...

Castello di Sanguinetto (VR)

Facebooktwittergoogle_plus

Situato nel cuore del paese, la notevole mole del castello di Sanguinetto richiama i fasti e le memorie di avvenimenti storici che dal Medioevo lo vedono protagonista fino al XIX sec. Innalzato per volere degli Scaligeri nel XIV secolo, il maniero fu donato al luogotenente Jacopo dal Verme, che lo passò al figlio Alvise, il quale nel 1416 ricevette da Sigismondo il titolo comitale. Il titolo fu confermato dal Senato della Repubblica di Venezia nel 1430. Nel 1452 il Castello venne confiscato ai discendenti Dal Verme accusati di tradimento e ceduto al Capitano della Serenissima, Gentile Della Lionessa. Alla sua morte gli succedettero le tre figlie: Nilla, Tirsa e Battistina sposate rispettivamente a Francesco Lion di Padova, Alessandro Venier di Venezia e Leonardo Martinengo di Brescia...

Continua...