2015 Archivi - Pagina 2 di 3 - Associazione Culturale Ghost Hunter Padova

Category 2015

Castello di Zumelle – Mel (BL)

Castello di Zumelle

Il Castello di Zumelle si erge sulla cima di un colle a strapiombo sul corso del torrente Terche. Il primo nucleo di un castello fortificato, a Zumelle, risale al I secolo d.C.,esattamente nel 46-47 d.c., quando i Romani stavano consolidando la loro influenza sulla Valbelluna. La costruzione si innalzava dove oggi si trova il nucleo principale del castello, in una posizione strategica per monitorare il transito sulla via Claudia Augusta Altinate (o su una sua variante). Durante le invasioni barbariche, il castello divenne il centro del sistema difensivo locale, prima di essere pesantemente rovinato e cadere in disuso. L’intreccio tra storia e leggenda racconta che il nucleo principale venne ricostruito e ampliato dai Goti (ad opera di Genserico) attorno al 540 d.C...

Continua...

Forte di Punta Corbin – Treschè Conca di Roana (VI)

Il forte nella Grande Guerra

Situato nella zona occidentale dell’Altopiano di Asiago, in prossimità del Monte Cengio e del paese di Treschè Conca, il Forte di Punta Corbin fu uno dei forti italiani che costituivano la linea difensiva sulle Prealpi vicentine. Costruito a partire dal 1906 su uno sperone di roccia proteso sulla Valle dell’Astico con lo scopo di difendere la vallata da eventuali invasioni austroungariche, il Corbin fu progettato per essere una delle fortificazioni più potenti dell’Altopiano ma in realtà il suo ruolo nel conflitto fu marginale. Dopo pochi mesi dall’inizio della guerra, infatti, il Forte Corbin, così come tutte le altre fortezze della zona, fu privato dei cannoni e si trovò ad essere estremamente debole e inefficace...
Continua...

Padiglione 1 della Fiera Antiquaria a Padova

RESOCONTO INDAGINE PAD 1 FIERA ANTIQUARIA PADOVA DEL 17/04/2015

Ieri sera fino alle 2 di stanotte abbiamo effettuato un’indagine particolare in un luogo fuori dall’ordinario.
Ci è stato chiesto di effettuare una ricerca incentrata sulle percezioni/sensazioni all’interno del padiglione 1 della Fiera Antiquaria a Padova.

Si dice che gli oggetti possono acquisire l’essenza di chi li ha posseduti e che i soggetti sensibili sono in grado di visualizzare immagini mentali dei proprietari di una cosa anche solo sfiorandola con le mani. Un oggetto può dunque conservare l’essenza di chi l’ha posseduto?

E’ stata un’ottima occasione per tentare di verificare questa teoria; ad aiutarci in quest’indagine Orazio che ha focalizzato l’attenzione in alcuni stand in particolare, dove ha avvertit...

Continua...