2014 Archivi - Pagina 2 di 2 - Associazione Culturale Ghost Hunter Padova

Category 2014

Stanze abitate da Gabriele D’Annunzio c/o Castello di San Pelagio Museo dell’aria – Due Carrare (PD)

Il Castello di San Pelagio ed il Museo dell’Aria

La torre trecentesca, parte del sistema difensivo dei Carraresi, è datata 1340. Dal 1600 in poi nasce la villa che, nel ‘700, viene interamente rimaneggiata dai Conti Zaborra per meglio svolgere le funzioni agricole alle quali è da sempre adibita. Nel 1918 è sede della squadriglia “La Serenissima” che da qui è parte per il Volo su Vienna al comando di G. d’Annunzio. Dal 1970 la villa è stata oggetto di accurati restauri e ripensata nelle funzioni attuali principalmente come museo del volo. Nasce così il complesso di San Pelagio...

Continua...

Abbazia della Vangadizza – Badia Polesine (RO)

L’Abbazia della Vangadizza rappresenta uno dei luoghi di culto più antichi della città di Rovigo.
Situata precisamente a Badia Polesine, la sua origine risale all’ 800, quando i monaci Benedettini si stabilirono nel territorio.  Successivamente nel X secolo fu il feudatario di Rovigo, Almerigo da Mantova, a far costruire una chiesa dedicata alla Beata Vergine, la quale divenne poi Vangadizza.

La presenza dei Benedettini valorizzò l’ Abbazia di Vangadizza che godeva del privilegio di rispondere direttamente al Papa. Le vicende storiche videro passaggi di proprietà, anche privata, fino al 25 aprile 1810, quando Napoleone soppresse la chiesa. Le reliquie di S.Feliciano e S.Primo, la tomba di S...

Continua...

Rocca di Ponte della Torre – Este (PD)

La rocca della Torre è una delle poche strutture difensivi medievali superstiti nel territorio di Este. Costruita attorno al XI sec, la torre, che sorge a lato del fiume Frassine, faceva parte di un ampio tessuto di costruzioni difensive opportunamente collocate a difesa delle vie d’accesso alla città. Per secoli l’edificio difese Este dalle minacce che arrivavano dal veronese. Passata di mano all’esercito di volta in volta vittorioso, la torre ebbe sempre grande considerazione per le sue caratteristiche strategiche e fu restaurata varie volte. Anche i Veneziani ne apprezzarono l’uso e alzarono la struttura di un piano raggiungendo i 24 metri di altezza. Tolsero la precedente merlatura e inserirono dei grandi finestroni con archi a tutto sesto...

Continua...